COMPRARE BITCOIN ₿

Il blog italiano n°1 per sapere tutto ciò che serve sul mondo del bitcoin e delle criptovalute.

Come comprare il Bitcoin

Guida

Comprare Bitcoin in Italia

Guida

Come funziona il Bitcoin

Guida

Exchange

Guida
Guida

Table of Contents

Cos'è il bitcoin

Il Bitcoin, è una moneta digitale ideata da Satoshi Nakamoto nel 2009. Non si sa ancora chi si nasconda dietro a questo pseudonimo, se un gruppo di persone o un singolo individuo, poiché negli anni ogni individuo che si fosse auto-proclamato Satoshi Nakamoto è stato puntualmente smascherato.

Così come per ogni altra criptovaluta, il Bitcoin ha una sigla identificativa composta da tre o quattro lettere, in questo caso BTC. Per il Ripple tale sigla è XRP, per il Bitcoin Cash BCH, per il Litecoin LTC, per Ether è ETH, per Monero XMR, per Cardano ADA e così via. Nella barra inferiore di questo portale troverai i prezzi aggiornati in tempo reale ed in Euro, per ognuna di queste e delle altre maggiori criptovalute attualmente in circolazione.

favicon-come-comprare-bitcoin

Cosa è una criptovaluta

L’idea che sta alla base della creazione di questa criptovaluta è in realtà molto semplice: è ormai chiaro a tutti quanto l’idea di “moneta”, intesa come banconote o monete fisiche stampate al conio stia diventando sempre più obsoleta. Il pagamento tramite carte di credito che utilizzano circuiti Visa o Mastercard è abitudine consolidata in quasi ogni parte del mondo e questo ha rafforzato la concezione che il denaro si stia trasformando in un “dato informatico” racchiuso in un database di una banca piuttosto che in una pila di banconote nascoste in un caveau o sotto il materasso. Partendo da questa idea di “de-materializzazione” del denaro, Satoshi ha descritto nell’ormai celebre “whitepaper” (mettere link) un nuovo sistema di pagamento digitale basato su “registro pubblico”, la blockchain, accessibile a tutti e che contenga ogni singola transazione e movimentazione di “denaro”.

Ognuna di queste transazioni è cifrata, crittografata, e da qui nasce l’appellativo generico di “crypto” per definire le criptovalute quali il Bitcoin ed emuli. Inoltre, ogni transazione è anonima, poiché il “nominativo” di chi manda e di chi riceve denaro è sostituito da una stringa alfanumerica creata in modo casuale, ed anche sicura, poiché per essere autorizzata, ogni transazione deve essere approvata un certo numero di volte da una massiccia rete peer-to-peer (2P2) di nodi indipendenti l’uno dall’altro, le cui operazioni vengono appunto via via trascritte in ordine cronologico nella Blockchain. Ultima proprietà del Bitcoin, ma forse la più importante di tutte, è la cosiddetta “de-centralizzazione”: al contrario delle valute nazionale o comunitarie, quali per esempio il dollaro o l’euro, il Bitcoin non dipende, né può essere controllato, da alcun organismo di supervisione, proprio per via della sua architettura aperta a tutti a livello software.

Certo, dietro ad esso c’è un team di sviluppatori informatici che lavora alacremente per risolvere eventuali bug ed implementare costantemente migliorie, ma la natura del loro lavoro è monitorata dalla intera comunità, che il più delle volte è chiamata ad esprimersi democraticamente sulle scelte relative al software. Non esistono né una Fed né una Banca centrale europea in grado di “emettere”, “ritirare”, regolamentare o modificare in qualunque modo il valore di mercato del Bitcoin. I Bitcoin vengono usati e scambiati da chi li possiede, direttamente con altri possessori, exchange o commercianti, facendone quindi un uso libero e dettato da scelte individuali che non possono essere controllate da una autorità centralizzata.

il Bitcoin?

Come funziona il bitcoin

Per iniziare ad usare i Bitcoin, prima di tutto li dovrai comprare (come comprare bitcoin). Una volta comprati, potrai tenerli sul portale dove li hai acquistati (detto anche exchange (link a spiegazione exchange), oppure trasferirli presso un tuo portafoglio privato (detto anche wallet link ai wallet).

Wallet

Uno wallet è un software da installare sul computer, mac o cellulare, che creerà per te un “indirizzo”, ovvero una serie alfanumerica univoca, che potrai condividere con i tuoi amici o con chi vorrà inviarti un pagamento. Ovviamente potrai creare gratuitamente tutti gli indirizzi che vuoi.

Ne puoi vedere un esempio nel footer di questa pagina: quello è il mio indirizzo pubblico al quale inviare Bitcoin nel caso tu volessi aiutarmi a sostenere le spese di questo sito o fare una donazione.
Puoi immaginarlo come una sorta di cassaforte o conto corrente online, se preferisci. L’indirizzo pubblico equivale al tuo Iban, mentre le “chiavi private” sono la password utilizzata per accedere al conto o per aprire la cassaforte. Ovviamente queste ultime le dovrai custodire gelosamente e non rivelarle mai a nessuno. Chi entrerà in possesso delle tue chiavi private sarà a tutti gli effetti il detentore dei Bitcoin che possiedi sul tuo wallet. Allo stesso modo, se le perderai, non avrai mai più modo di accedere al tuo portafoglio, quindi conservale con cura.

Transazione

Una transazione, così come per una normale transazione di denaro in contanti, tramite Paypal o con Bonifico bancario, altro non è che una movimentazione di Bitcoin da un indirizzo ad un altro.

Ogni transazione viene trascritta sulla Blockchain, il registro pubblico che conserva tutte le movimentazioni di bitcoin, dalla prima, avvenuta nel 2009 (chiamata “genesis block”) fino a quelle degli ultimi minuti. La solidità del sistema si basa sul fatto che ognuna di queste transazioni, per essere confermata, necessità dell’approvazioni di più fonti indipendenti. Queste fonti si chiamano “nodi”, e volendo, chiunque può crearne uno. Quando un certo numero di nodi verificano che questa transazione rispetti tutti i parametri, ovvero che non si stanno ad esempio mandando dei Bitcoin di cui in realtà non si dispone, allora la transazione viene approvata ed assieme alle altre approvate, va a formare un “blocco” che viene trascritto automaticamente nella Blockchain, andando ad aggiungere cronologicamente un nuovo anello della “catena”, immutabile e consultabile per le future operazioni. L’incorruttibilità della Blockchain è protetta attraverso un sapiente uso di metodi crittografici.

Mining

Tutto molto interessante e più o meno affascinante, ma come “nascono” i Bitcoin? Abbiamo già detto che non c’è una “autorità centrale” o “banca” che li emette, quindi come vengono creati?
Questa è forse la maggiore innovazione di questa criptovaluta idea da Satoshi Nakamoto: lasciando da stare teorie economiche quali ad esempio il “Gold standard” (del resto ormai tramontato), che vedeva la creazione di denaro in base alle riserve aurifere di uno stato, il Bitcoin viene in un certo senso creato… Dal nulla! Gli attori principali sono i cosiddetti “miner”, minatori: grazie a delle potenti CPU, “minano” i Bitcoin, ovvero eseguono dei complicatissimi calcoli per risolvere dei problemi matematici. Chi per primo ne risolve uno, “sblocca” una certa quantità di Bitcoin che diventano suoi, così come se avesse trovato un diamante a forza di scavare in una grotta. Ogni volta che un problema viene risolto, tutti passano al successivo, finché qualcun altro non ne trova la soluzione e così via. I miner vendono agli exchange i loro Bitcoin, ripagandosi così dell’investimento fatto per le attrezzature e la spesa dell’energia consumata. Gli exchange li rivendono poi ai clienti, ed i clienti li possono usare poi per ricevere o inviare pagamenti con amici o fare acquisti sui portali online abilitati o presso store fisici che accettino i Bitcoin.
Un altro scopo del mining, fondamentale per il mantenimento del sistema, è la conferma delle transazioni che vengono inserite all’interno di un blocco

halvening ogni due anni e solo 21 mil di bitcoin totali

Comprare Bitcoin in Italia

Come comprare Bitcoin? Ora che abbiamo fatto un po’ di chiarezza su cosa è il Bitcoin e su come funziona, siamo arrivati alla madre delle domande. Innanzitutto, c’è da sapere che se si è interessati all’acquisto della criptovaluta, non si deve per forza comprarne uno intero. Il Bitcoin, così come tutte le altre criptovalute, è frazionabile e se ne può quindi comprare anche una piccola, piccolissima parte. Per la precisione, la minima unità di misura del Bitcoin è chiamata, in onore del suo ideatore, Satoshi, ed equivale a 0,00000001 BTC, ovvero ben otto decimali dopo lo zero!

Questo significa che è possibile acquistare una frazione di Bitcoin, ovvero un singolo “Satoshi”, il cui controvalore in Euro può essere enormemente inferiore ad una monetina da 1 centesimo.

Questa è l'intestazione

Fare clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

Questa è l'intestazione

Fare clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

Exchange

Cosa fai quando vuoi “comprare dei dollari”? Generalmente ti rechi in banca, dove in cambio della valuta corrente, ti viene data una contropartita nella valuta estera, al netto di imposte e commissioni. Oppure ti rechi presso uno dei tanti exchange o cambiavalute della tua città o di quella di destinazione.
Per ottenere dei Bitcoin, il procedimento è abbastanza simile al secondo caso: come avrai già letto sopra, non essendo il Bitcoin una valuta “centralizzata”, ovvero non essendo controllata (né tantomeno emessa) da nessuno stato, banca o ente, non esistono ovviamente delle “banche del Bitcoin” alle quali rivolgersi per ottenere la criptovaluta. Esistono però degli exchange che ti offrono l’opportunità di acquistare qualsiasi ammontare di Bitcoin tu voglia. Come abbiamo già visto alla voce “mining”,

questi Exchange entrano in possesso dell’agognata valuta digitale direttamente grazie ai “miner”, ovvero coloro che mettono a disposizione la potenza di calcolo della blockchain di alcuni loro computer o attrezzature specifiche e che vengono per questo premiati proprio in bitcoin, così come dei cercatori d’oro moderni.
Tornando al tema degli Exchange, si può dire che la quasi totalità di quelli che hanno deciso di comprare Bitcoin, ne sono entrati in possesso grazie ad un exchange. Entrando nel merito, ti sorprenderà scoprire quanto in realtà sia semplice ed immediato acquistare Bitcoin su un exchange. Ti illustrerò di seguito quelli che a nostro avviso sono i migliori exchange del momento, valutati in base alla loro affidabilità, solidità finanziaria e sicurezza informatica.

Coinbase

Coinbase è senza ombra di dubbio il primo exchange di cui voglio parlarti, per svariati motivi: uno su tutti, è il portale che ha utilizzato la totalità del nostro staff per comprare Bitcoin. Coinbase è un portafoglio e piattaforma in valuta digitale basata a San Francisco, California. E’ stata fondata nel Giugno del 2012 e da allora ha conquistato la fiducia di più di 30 milioni di utenti sparsi in tutto mondo. Con sede nella Silicon Valley, annovera nel suo team esperti, economisti ed informatici provenienti da ogni parte del globo e grazie alle loro capacità e vedute trasversali, Coinbase si è espansa nel tempo diventando il portale più solido e semplice da usare per entrare nel mondo cripto lato consumer.

Su Coinbase sono disponibili tutte le principali criptovalute del momento: Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Litecoin, 0X, Bat e Stellar???

Potrete comprare ognuna di queste criptovalute semplicemente tramite un bonifico bancario oppure con carta di credito/debito (è accettata anche la Postepay).

Una volta effettuato l’acquisto, le potrete detenere sul sito stesso sul vostro wallet personale, oppure anche dirottarle su altri exchange per acquistare altre criptovalute qualora queste non fossero disponibili su Coinbase, oppure ancora spedirle verso un vostro wallet personale se non volete lasciare che sia Coinbase a gestire le vostre chiave private.

Bitstamp

Bitstamp è un altro exchange altrettanto affidabile quanto famoso, con sede in Europa.

Similarmente a Coinbase, serve una base di utenza di oltre 3 milioni di utenti, che abbraccia tutto il mondo.

E’ a nostro parere, uno dei pochi exchange della prima generazione ad aver resistito, anno dopo anno, a regolamenti, stravolgimenti nel mondo cripto e cambi di trend. Su Bitstamp è possibile acquistare Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Litecoin (LTC), Bitcoin Cash (BCH) e Ripple (XRP), sia in dollari che euro!

Never forget an idea again

This app does everything you could possibly want it to do and not only that, it is beautifully designed and extremely intuitive to use. Download it for FREE in the app store today.

APP per Bitcoin!

Cloud availability

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Platform integration

Lorem ipsum dolor sit amet cursusism sed dolor

Bluetooth access

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Flag notices

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Edit notifications

Lorem ipsum dolor sit amet cursusism sed dolor

Silent mode

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Chi Siamo

Comprarebitcoin.it nasce per rispondere alle numerosi e crescenti domande sul mondo delle criptovalute. La curiosità del grande pubblico nei confronti di questo fenomeno può trovare soddisfacimento nel nostro blog che si propone di dare risposte sia a chi si affaccia per la prima volta sul tema del Bitcoin e delle altre criptovalute quali Litecoin, Ether, Monero, Ripple, che ai più esperti, in cerca di chiarimenti sulle incertezze in materia fiscale, erariale o più prettamente tecnica. Tutti i contenuti di Comprarebitcoin.it sono da considerarsi di natura informativa e divulgativa e non di consulenza finanziaria, consulenza legale, nè tantomeno di sollecitazione al trading online. Il valore delle criptovalute è generalmente molto volatile ed in quanto tale, se utilizzate come strumento finanziario, sono da considerarsi un investimento ad alto rischio.

 

9 risposte

  1. Buongiorno a lei. Grazie per le info che ha condiviso sul blog, finalmente ho capito in modo chiaro cosa sono le criptovalute e come funziona il Bitcoin!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *